Campo 18 Notturni

John Field scrisse il suo Notturno in mi minore nel 1822. Di solito elencato come n. 10, 9 o 8, viene indicato come 46 nel catalogo di Cecil Hopkinson. Ha ricevuto il soprannome di Melancholie. Field sosteneva una nuova forma musicale che non seguiva un programma, semplice nella struttura e chiara nell'umore. I notturni non sono stati costruiti come fantasie, rondò, variazioni, ecc.: si sono concentrati invece su melodie decorate cromaticamente su parti della mano sinistra supportate da pedali molto sensibili. Questi brani furono ammirati da Frédéric Chopin, che successivamente rese famoso il notturno per pianoforte, e Franz Liszt, che pubblicò un'edizione dei notturni basata su rare fonti russe.
Annunci pubblicitari

Registrazioni

Field - Nocturne in E minor
EseguiPausa

Esempi


Domande

Non ci sono ancora Domande.